800.904.680 - 0296488406

Richiedi un preventivo!

Casa che vai, indirizzo che cambi: fatelo sapere a …

… a tutte le istruzioni, enti, persone fisiche e giuridiche. Il mancato avviso potrebbe procurarvi noie, guai, disguidi, perdite di tempo e anche di denaro. Prima di tutto preoccupatevi di acqua, luce, gas e telefono.

icona_acqua Per l’ACQUA i casi che si presentano sono due: se lasciate un appartamento condominiale per occuparne un altro, non è necessario avvisare nessuno, perchè il compito spetta al condominio tramite il suo amministratore. Se invece lasciate una casa non condominiale, dovete consegnare all’azienda comunale erogatrice una lettera di disdetta. Se prendete possesso di un’abitazione in cui esiste già un contratto in vigore, presentatevi all’azienda competente per sottoscrivere il trapasso d’utenza.
icona_elettricita

Per l’ELETTRICITA’, in genere l’ente competente è l’Enel, ma sono attive sul territorio anche le aziende municipalizzate. Nel primo caso, annullate il contratto esistente almeno 15 giorni prima. Se potete subentrare nel contratto già in essere della nuova casa, presentatevi con l’indirizzo dell’abitazione finale, con il codice fiscale e un documento d’identità. Se chiedete un allacciamento nuovo, cioè un contatore prima inesistente, esibite una concessione edilizia per l’installazione del contatore, l’indirizzo nuovo, i dati anagrafici, il codice fiscale e l’indicazione della potenza richiesta. Firmato il contratto, andate in posta e pagate quanto pattuito, tornando agli sportelli con la ricevuta. L’Enel vi darà un appuntamento per l’installazione del contatore. Se l’ente erogante è un’azienda municipalizzata, l’iter burocratico cambia di caso in caso. Meglio informarsi preventivamente al telefono.

icona_gas Le aziende del GAS sono differenti a seconda delle città. Di conseguenza le modalità variano. In generale per un nuovo allacciamento occorre esibire all’ente erogante una bolletta del telefono o della luce o, in mancanza, un’autocertificazione. Per un subentro, invece, basta mostrare la disdetta del precedente proprietario o affittuario e un vostro documento d’identità valido.
icona_telefono Se avete il TELEFONO FISSO dovete disdire almeno un mese prima il contratto con il gestore telefonico di riferimento. Telefonate al call center o al servizio clienti per avere istruzioni: in genere la prassi prevede una dichiarazione firmata con l’indicazione delle variazioni, valida anche se spedita via fax. Se siete già utente di Telecom o di una delle società a essa collegate, i casi possibili sono tre: si può chiedere di mantenere il precedente numero, se vi trasferite in un’area contraddistinta dallo stesso prefisco e in un’abitazione già provvista di telefono; dovete firmare un nuovo contratto, se il trasferimento è in una zona con prefisso differente da quello vecchio e la casa di destinazione non ha apparecchio; si può subentrare nel contratto già esistente, qualora già ci sia il telefono e il prefisso cambi.
icona_amministratore Non scordate, se lasciate un appartamento condominiale di proprietà, di avvisare l’AMMINISTRATORE. Fate la stessa cosa quello del nuovo condominio, se avete comprato casa. Per chi lascia ed entra in case entrambe in affitto, non occorre fare nulla. Il compito spetta ai rispettivi proprietari.
icona_medico Un’altra persona fisica a cui pensare è il MEDICO DI BASE. Se vi allontanate molto, è inevitabile cambiarlo, anche restando nella medesima città. Andate allora alla Asl più vicina alla nuova abitazione e scegliete il nominativo nell’elenco dei medici ancora disponili in zona. Presentatevi, o mandate qualcuno con delega scritta e un vostro documento, con un’autocertificazione di nuova residenza e il libretto sanitario. L’iscrizione è immediata.
icona_banca Anche la BANCA va avvertita, nel caso vogliate mantenere la medesima. Inviate una lettera con tutti i nuovi dati di riferimento. Qualche istituto bancario pretende però che il cliente passi di persona. è meglio informarsi prima.
icona_posta Per la POSTA ricordatevi di attivare il servizio “Seguimi” che consente di farsi recapitare al nuovo indirizzo tutta la corrispondenza inviata al vecchio recapito. Il servizio è usufruibile sia per traslochi in Italia che per traslochi internazionali, solo per la posta raccomandata o per tutta, attivabile negli uffici postali o direttamente online. I costo del servizio varia in funzione delle opzioni sopra dette. Per le informazioni di dettaglio visitate il sito delle poste alla pagina “Seguimi”.
icona_auto Non dimenticatevi dell’AUTOMOBILE. Inviate all’Aci un fax, firmato e completo di tutti i vostri dati, evidenziando il cambio d’indirizzo. Avvisate contemporaneamente la compagnia assicuratrice, poichè tutti i documenti dell’auto devono riportare in modo omogeneo le stesse indicazioni. In caso contrario, rischiate una multa ingente al primo controllo. La stessa vale per i possessori di una MOTO.
icona_anagrafe Non scordate di presentarvi in Comune, all’UFFICIO DELL’ANAGRAFE, per qualsiasi cambio di residenza. Andateci personalmente con un documento d’identità valido. Basta una persona maggiorenne in rappresentanza del nucleo familiare.
icona_tv Per l’abbonamento alla tv contattate la RAI per counicare il cambio di indirizzo; stesso discorso vale per eventuali abbonamenti a PAY-TV, QUOTIDIANI o PERIODICI.
icona_casa Per l’ASSICURAZIONE SULLA CASA basta trasmettere un fax con i vostri dati all’agenzia di riferimento al fine di disdire la precedente polizza e chiedere una visita del funzionario per stipulare una nuova, ammettendo che desideriate mantenere la stessa Compagnia. Fax con i dati personali e il numero di polizza anche per avvisare la Compagnia presso cui avete stipulato l’ASSICURAZIONE sulla VITA.
icona_cartadicredito Di norma è sufficiente l’invio di un fax per la CARTA DI CREDITO. Qualche società richiede però iter differenti: meglio informarsi prima. Avvertite contemporaneamente la vostra banca.
icona_carta Per i detentori di TELEPASS o VIACARD, l’avviso va fatto o tramite fax con l’indicazione del vecchio e del nuovo indirizzo o via telefono al numero verde indicato.I possessori di fidelity card possono segnalare il cambio d’indirizzo telefonicamente (la tessera non viene però sostituita).
icona_cellulare Se per il CELLULARE avete un contratto con invio di fattura a domicilio, telefonate o spedite un fax (la prassi varia a seconda del gestore di riferimento) con i vostri dati completi, il cambio d’indirizzo e il numero di telefono.
icona_cacciapesca Chi è titolare di LICENZA DI PESCA vada alla sede FIPS più vicina esibendo il permesso e il certificato di residenza, basta anche una autocertificazione; è possibile anche incaricare qualcuno con delega scritta e documenti. Chi detiene la LICENZA DI CACCIA deve recarsi alla sede della Questura più vicina.

Un’ultima raccomandazione: se siete un LAVORATORI DIPENDENTI, avvertite il datore del lavoro, perché alcune pratiche previdenziali e contributive sono svolte da lui per vostro conto. Anche per i TITOLARI di PARTITA IVA è d’obbligo rivolgersi all’Ufficio imposte e tributi per ritirare un modulo apposito, da compilare e restituire.

 
power by swi